TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

domenica 13 giugno 2010

Minacce a Gasparri " Causa del suo male pianga se stesso"

    

Maurizio Gasparri dichiara ufficialmente di essere minacciato a mezzo posta, le sue caselle sono piene d’insulti e minacce. Non ancora rese pubbliche disconosciamo il contenuto e la gravità di tali messaggi.
Sembrerebbe che il disegno di Legge sulle intercettazioni non sia molto gradito ad alcune persone, le quali, dimostrano la loro totale disapprovazione spedendo tramite posta, al sostenitore della Legge sulle intercettazioni, particolari messaggi.
Gasparri ha dichiarato: “Come tutti i personaggi pubblici ci sono abituato, ma poiché il numero di questi episodi è molto aumentato e ci sono toni forti, minacce fisiche e riferimenti preoccupanti, ho deciso di rendere pubblica la denuncia”.
L’episodio è alquanto singolare e nasce spontanea una domanda: ma se il disegno di Legge favorisce i delinquenti a chi altri può dare fastidio? Ovviamente si può pensare che le minacce provengano da un’altra categoria sociale, quale? La risposta l’ha data il Ministro alla Cultura Sandro Bondi, il quale ha dichiarato “Le minacce a Gasparri sono il frutto di un clima di esasperazione e di odio che monta sempre di più in Italia e che nessuno si preoccupa di arginare e di combattere con atti politici conseguenti e coerenti” Da questa dichiarazione nasce spontanea un’altra domanda: Ma che cazzo!! dice il Ministro Bondi? Ma quando in Parlamento si discute del disegno di Legge sulle intercettazioni lui dov’è? Oppure cosa fa? Non si è reso conto che gli unici strumenti  attualmente detenuti dallo Stato per arginare e combattere la delinquenza, il suo collega Maurizio Gasparri li vuole eliminare?
Io un’idea della Classe Sociale cui appartengono i mittenti delle minacce me la sono fatta, chissà quando riuscirà a farsela Maurizio Gasparri.