TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

martedì 27 luglio 2010

ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA AUTO: IL GOVERNO COMPLICE DELL'AUMENTO SCONSIDERATO E ILLEGALE


       La liberalizzazione delle Polizze R.C.A. come tutte le altre liberalizzazioni volute dal Governo, ha prodotto soltanto grandi benefici alla compagnie assicuratrici a discapito degli automobilisti che stanno pagando ogni anno sempre di più. Il mancato controllo da parte dell'Autority favorisce le compagnie di assicurazione che, facendo cartello, aumentano i premi non rispettando gli indici ISTAT.
Tutte le disposizioni di Legge in materia di assicurazione obbligatoria, compresa l'ultima  riguadante l'indennizzo diretto, non vengono rispettate. Il Goveno, che dovrebbe intervenire tramite Garante, se ne strafotte altamente del danno che subiscono gli automobilisti.
Ormai la polizza R.C.A. è diventata una forma di strozzinaggio "legalizzato", perpetrato nei confronti degli assicurati che, sono, per motivi di forza maggiore, obbligati a subire.
 Il Governo, in questa vicenda è il primo responsabile, correo degli aumenti sproporzionati e illegali. Altrettanto responsabili sono le Associazioni per la tutela del consumatore che, non intervengono per come si dovrebbe e nelle sedi opportune, favorendo così l'illegalita nel settore assicurativo. 
La Demodittatura continua inesorabile il suo corso.......