TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

giovedì 23 settembre 2010

Italia, Istat: disoccupazione all'8,5%, giovani +27,9%, Il governo Berlusconi ci porta alla fossa.

     
   Il tasso di disoccupazione italiano è salito nel secondo trimestre all'8,5% rispetto all'8,4% dei primi tre mesi del 2010. Lo comunica l'Istat spiegando che il tasso di disoccupazione giovanile raggiunge il 27,9%, con un massimo del 40,3% per le donne nel Mezzogiorno. Il numero d’inattivi di età compresa tra 15 e 64 anni a luglio 2010 aumenta dello 0,5 per cento rispetto a giugno e dell’1 per cento rispetto luglio 2009. Il tasso di inattività, pari al 37,8 per cento, è in aumento sia rispetto al mese precedente (+0,2 punti percentuali) sia rispetto a luglio 2009 (+0,3 punti percentuali). Se abbiamo un aumento del tasso di inattività ed una riduzione del tasso di occupazione, le cose si mettono proprio male, non c’è proprio da rallegrarci come fa Berlusconi in ogni sua apparizione pubblica col suo bel sorriso tetanico. Il ministro Sacconi, nonostante i dati oggettivi alla mano continua a essere ottimista e propinare miglioramenti nel futuro. Ma quali miglioramenti? Quale futuro? Ma non si rende conto il Ministro Sacconi che siamo con un piede nella fossa? Non riesco a capire se chi ci sta governando sono più deficienti o più strafottenti. Fatto sta che la situazione sociale italiana peggiora giorno dopo giorno. La chiusura delle imprese avviene quotidianamente, i licenziamenti altrettanto, il costo della vita è sempre in ascesa, il potere d’acquisto del maledetto Euro è sempre minore e il diritto alla salute si è trasformato in una speranza alla sopravvivenza. La domanda nasce spontanea: Ma chi ci sta Governando? Un’orda di sciacalli impuniti, o dei matti emancipati??