TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

sabato 18 dicembre 2010

ANCORA PIU' TASSE PER I CALABRESI: ANCHE L'ENTE REGIONE SUCCHIERA' IL SANGUE AI CITTADINI

SEMBRANO PROPRIO FELICI DI EREDITARE UNA REGIONE ALLO SFASCIO.
...................COSE DA MATTI!!!! 
   
Oltre alla stangata del Governo Berlusconi, anche alla Regione Calabria la seconda commissione consiliare sta preparando un maxi emendamento al Bilancio di previsione 2011 che, prevede aumenti dei tributi, compresa una nuova imposta (l'IRBA) sulla benzina per autotrazione.
Non possiamo dire che l'anno nuovo non sarà foriero di novità, sopratutto per le tasche dei Calabresi.
Oramai a pagare è sempre Pantalone, peccato che Pantalone non ha più niente nelle tasche e riesce stentando a sopravvivere. Sarà un'altro anno di sacrifici e di stenti per i Calabresi già ridotti allo stremo dalla politica Berlusconiana e dalle teorie economiche demenziali del Ministro Tremonti. Non ci resta che rassegnarci all'idea e sperare di poter almeno sopravvivere.
Gira e rigira siamo sempre alle solite, "cambiano i musicanti ma la musica è sempre  la stessa". Gli Amministratori s'ingozzano e il popolo muore di fame.
Ci sarebbero tantissimi modi per risparmiare e risanare il bilancio Regionale senza colpire i contribuenti. Innanzitutto controllando gli Enti Srumentali e le Società miste come la SO.RI.CAL che sperperano denaro pubblico come se fosse acqua di fonte. La notizia di questi giorni che vede la SO.RI.CAL inquisita dalla Guardia Di Finanza è la dimostrazione tangibile di come si opera alacremente con i soldi degli altri.
Anche evitando di assegnare incarichi esterni si potrebbero risparmiare milioni di Euro. Le professionalità che la Regione Calabria detiene nel proprio organico sono sufficienti a gestire tutte le attività dei vari Dipartimenti e, nel mentre il Personale Regionale ozia senza nessun carico di lavoro nei corridoi degli Uffici, a parenti , compari e amici vengono assegnati incarichi che spesso non vengono neanche portati a termine o, se lo sono, con pessimi risultati. Ma che importa!! l'importante è assegnare l'incarico, in quanto, il risultato è l'incarico, non il profitto. 
L'Assessore al Bilancio e Programmazione Giacomo Mancini chiede ai Calabresi sacrifici, garantendo una sanità migliore e più efficiente. 
Mi domando con quale coraggio si chiedono sacrifici ai Calabresi, nel mentre ogni giorno i Quotidiani sono pieni di notizie di truffe, furti e sperperi nella Pubblica Amministrazione. 
SAREBBE MEGLIO VERIFICARE CHE  I DIRETTORI GENERALI E I DIRIGENTI DI SETTORE E DI SERVIZIO RAGGIUNGESSERO MATERIALMENTE E NON VIRTUALMENTE I RISULTATI PREVISTI, solo così si sanerebbe il deficit della Regione, senza necessità di portare all'esasperazione le famiglie Calabresi che ormai non hanno altro da dare che la rassegnazione di dover subire una politica che a tutto pensa meno che al bene della collettività.