TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

martedì 25 gennaio 2011

ASSICURAZIONI RC AUTO: GOVERNO, ISVAP E ANIA LAVORANO DI SQUADRA PER TRUFFARE GLI AUTOMOBILISTI

      

      Nel mentre a Dicembre  il Ministro dello sviluppo economico Paolo Romani ha incontrato i vertici di Ania e Isvap proponendo qualche euro di riduzione, dal primo Gennaio 2011 le polizze sono aumentate del 30 %, 40% al sud.
Sta diventando veramente insostenibile il premio assicurativo per gli autoveicoli.
Il  Ministro Paolo Romani spara cazzate a iosa, dichiarando che non è ammissibile che un premio RC auto costi in media 400 euro, contro i 200 del resto d'Europa. Probabilmente il Ministro non ha mai pagato una polizza RC auto, altrimenti saprebbe che la media si aggira intorno ai 1.500 Euro e non ai 400. Magari i costi fossero come dichiara il Ministro, saremmo tornati indietro di almeno 15 anni e la cosa garberebbe immensamente a tutti.
Purtoppo le cose stanno diveramente caro Ministro, lei sta letteralmente prendendo per il culo gli automobilisti, affermando da una parte di interessarsi al problema e dall'altra è complice insieme all'ISVAP, di tenere il sacco alle Compagnie Assicuratrici che stanno continuamente tartassando gli automobilisti.
Il nodo sta si nelle frodi, come lei Signor Ministro afferma, ma, in quelle che le  Compagnie perpetrano nei confronti degli automobilisti. Le frodi più gravi stanno all'interno delle stesse Compagnie che, nonostante le uscite per i risarcimenti, spesso gonfiati con la complicità dei Periti e degli Agenti di Zona, i bilanci sono sempre positivi, in misura notevolmente superiore alle uscite.
Le suggerico Signor Ministro una semplicissima formula per risolvere il problema dell'alta percentuale dei sinistri liquidati, per i quali le Assicurazioni dichiarano di essere "sempre in perdita" e di dover di conseguenza aumentare notevolmente i premi ogni anno.
Per risolvere il problema dei falsi incidenti basta emanare una semplice Circolare Ministeriale con la quale si dispone l'obbligo per gli  automobilisti di fare intervenire obbligatoriamente (pena l'impossibilità di chiedere il risarcimento) in ogni incidente le Forze dell'Ordine, al fine di redigere il verbale da allegare alla domanda di risarcimento. Sicuramente non ci saranno più falsi incidenti.
Non si lasci scappare questo suggerimento Signor Ministro, altrimenti ci viene da pensare che anche Lei fa veramente parte della squadra!!