TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

venerdì 25 febbraio 2011

LA LIBERTA' DI "SPARARE CAZZATE"

 

    Quello che si prova nel poter giudicare e opinare liberamente, senza nessun tipo di condizionamento è una sensazione fantastica. Essere liberi di poter comunicare le proprie sensazioni e il proprio pensiero senza dover dare conto a nessun potere, non ha prezzo.    
L'Articolo 19 della  Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo recita:
 - Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere-.
La democrazia si basa sopratutto sul principio della libertà di ciascun individuo di poter esercitare il diritto di opinione su fatti o persone, senza temere ripercussione alcuna. Ma spesso, i principi restano principi e la realtà è ben diversa.
La maggiorparte delle persone che utilizzano in maniera distorta la facoltà di poter liberamente comunicare sono i politici, i quali, avvalendosi come tutti del diritto democratico di poter liberamente e pubblicamente aprir bocca,  possono, ovviamente, capziosamente forviare per portare acqua al proprio mulino, i Cittadini elettori. 
I politici, sono quella categoria di persone altamente specializzata nell'arte dell'inganno. Riescono quasi sempre, nonostante  sparino cazzate a convincere i propri beniamini che gli "asini volano".
Bisognerebbe emanare una Legge con la quale si vieti alla categoraia dei politici di "sparare cazzate" sia durante le campagne elettorali sia per tutto il  periodo dell'incarico elettivo. Così ci ritroveremmo con meno persone con gli occhi rivolti al cielo nella  speranza di vedere gli "asini volare".