TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

lunedì 28 marzo 2011

BASTARDATA DEL GOVERNO BERLUSCONI: ANCORA PIU' TASSE PER GLI ITALIANI E DI CONSEGUENZA PIU' CRIMINALITA'



      Il federalismo fiscale farà aumentare la percentuale dei poveri. Inciderà parecchio sugli  automobilisti italiani. Aumenteranno le polizze RC auto, perchè le Province avranno la possibilità di mettere un balzello che può arrivare anche al 16% del costo dell'assicurazione, oltre all'aumento del 10% gia accordato alle compagnie per il 2012 . Un costo che graverà ulteriormente sulle già carissime polizze di alcune Regioni come la Campania, la Calabria e la Puglia.  Aumenterà anche  il prezzo della benzina dovuto all'aumento delle accise a favore dalle Regioni e il bollo auto. 
Oltre all'aumento dell'addizionale IRPEF prelevato direttamente alla fonte per i lavoratori dipendenti e i pensionati, verranno aumentate le marche da bollo e tutte le altre imposte indirette. 
Questi sono i casi più evidenti della manovra fiscale federalista, ma altri di minor entità sono già pronti per essere inseriti nel decreto, dando anche ai comuni la possibilità di imporre nuove tasse e aumentare quelle esistenti. L'intento del Governo Berlusconi è quello di  limitare i fondi che dal centro raggiungeranno le periferie, andando così a lasciare completamente sole le regioni italiane, comprese quelle meno ricche che pagheranno lo scotto maggiore del federalismo fiscale, divenendo sempre più povere. Questo fenomeno sarà foriero di grandi differenze tra regione e regione d’Italia, laddove quelle più povere dovranno in qualche modo rientrare dei soldi che non arrivano più dal “centro”; perciò, a pagare saranno i cittadini, con aumenti anche piuttosto consistenti di alcune imposte.
Le conseguenze sono ovviamente prevedibili. Aumenterà  la micro-criminalità, le organizzazioni criminali, le truffe e dilagherà inesorabilmente la richesta di mazette in tutti i comparti pubblici. I Funzionari che ne avranno la possibilità,  per poter mantenere la famiglia, cercheranno di integrare il misero stipendio con  richieste di denaro per la determinazione delle pratiche più complesse.
Il Federalismo fiscale, come dichiarato dal Ministro Tremonti, sarà un evento che porterà  grandi cambiamenti per la Nazione, come non dargli ragione!!