TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

venerdì 4 marzo 2011

LETTERA AL FUTURO SINDACO DI REGGIO CALABRIA

     









Reggio Calabria com'era. 













          Signor neo Sindaco di Reggio Calabria, le faccio prima di tutto le mie congratulazioni per la sua elezione a Primo Cittadino di questa povera Città. I Reggini tutti, sono  ansiosi di vederla all'opera per la risoluzione o, perlomeno, per la mitigazione degli innumerevoli problemi che assillano questa comunità .
Credo che lei sia contento di essere stato eletto Sindaco di Reggio Calabria, quindi, se è contento vuol dire che ha già un suo programma vincente per ridare alla Città tutto quello che ha perduto per colpa dei suoi predecessori. Per essere felici di fare il Sindaco di Reggio o si è incoscienti o si è dotati di una forza interiore e di un'intelligenza di alto livello, cosa che fin'ora nessuno dei suoi predecessori ha avuto. Mi auguro, anzi, ci auguriamo tutti che lei sia dotato di capacità al di sopra della media, e soprattutto che non debba scendere a compromessi post-elettorali con nessuno. 
Molto oculata deve essere la scelta del suo Staff, all'altezza delle problematiche che affliggono questa Città. Uno Staff che decida con raziocinio le iniziative e gli interventi da fare e, soprattutto le priorità, perchè questa Città di priorità ne ha tantissime e non è facile redigere una giusta cronologia d'intervento.
Signor neo Sindaco di Reggio Calabria, se lei ha veramente intenzione di risollevare la Città dallo stato in cui versa, si prepari a notti insonni e giornate di lavoro senza sosta. Si prepari a ricevere centinaia di persone al giorno, e non si sogni di scaricare i cittadini con la solita frase "vediamo cosa si può fare", oppure, "al momento non ci sono soldi", retoriche frasi dei suoi predecessori che nel mentre dichiaravano di avere le casse in rosso, organizzavano effimere ed inutili manifestazioni dal costo di milioni di Euro.
Reggio è grande e grande deve essere anche lei Signor Sindaco, altrimenti lasci perdere, si dimetta il giorno seguente alla sua elezione.
Se ha pensato di candidarsi alla poltrona di Sindaco per il solo piacere di indossare il tricolore e sfilare dietro la Vara della Santissima Madonna della Consolazione o di fare gli affari propri, per racimolare qualche milione di Euro, ha "toppato" in pieno, non c'è più niente da "ciucciare", non si può prendere più nulla, adesso bisogna solo....... dare,dare,dare. 
E lasci perdere lo stupido slogan della "Città Metropolitana", non ne faccia un cavallo di battaglia come ha fatto il suo predecessore, perchè farà soltanto la figura dell'asino. Reggio è soltanto una semplice Città che vorrebbe tanto riscattarsi del tempo perduto, ritornando per quanto possibile la Città di un tempo.