TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

martedì 5 aprile 2011

ASSICURAZIONE VEICOLI: AUMENTI CONTINUI, SOPRATUTTO AL SUD: Il Governo indifferente allo strozzinaggio effettuato dalle Compagnie. Alleanza tra lo SNA e i Movimenti in difesa dei consumatori

     Circolano voci di un'alleanza tra i Movimenti in difesa dei consumatori e lo Sna, il Sindacato Nazionale degli Assicuratori. Insieme contro gli aumenti ingiustificati delle tariffe Rc auto,  da parte delle compagnie assicurative. I dati parlano di un incremento medio delle polizze per la responsabilità civile in ambito automobilistico del 173% dal 1994, cioè, da quando vi è stata la liberalizzazione delle tariffe. Il confronto con l'Europa è impietoso, con una crescita media del 20%, ben al di sotto della crescita dell'inflazione. E così Federconsumatori, Adusbef e Movimento Consumatori hanno richiesto che si ponga fine a una politica di assoluta arroganza da parte delle compagnie, con aumenti delle tariffe che non trovano giustificazione. Sopratutto al Sud si infierisce impietosamente contro gli automobilisti costretti a pagare importi assurdi, pressoché impossibili da sostenere per un lavoratore dipendente. Sembrerebbe che anche gli agenti assicurativi hanno perso le staffe e hanno raccolto 500 mila firme che consegneranno al Presidente  Gianfranco Fini, con la speranza che i Deputati si facciano promotori di una politica di concreta vigilanza nei confronti delle Compagnie assicurative che in italia hanno costituito illegalmente un cartello per fottere gli automobilisti, sotto gli occhi noncuranti del Garante che, invece di fare gli interessi degli utenti, avalla i rincari spregiudicati delle compagnie di assicurazione. In media rispetto al 2009 i prezzi delle polizze Rc Auto sono aumentati del 18%. Gli interventi da parte di Associazioni di Categoria di Difesa del Consumatore ed Antitrust dunque non hanno sortito gli effetti desiderati. La media dei prezzi delle assicurazioni in Italia è di 867 euro.
Sono ormai mesi, anzi anni che sentiamo parlare ancora di aumenti dei prezzi. In circa 10 anni gli aumenti si sono attestati ad un + 174%. Il costo dell’RC auto, detto proprio in modo cinico è uno di quelli che forse non è destinato a diminuire mai. Paragonabili solo ai prezzi dei carburanti. Probabilmente esistono interessi tali per cui le compagnie hanno la possibilità d’imporre le proprie speculazioni.
Le provincie più colpite dai rincari risultano quelle del Sud, Napoli con un + 31,0%; Reggio Calabria +  40%;  Bari  28,9% co sì via, al nord troviamo con l’11,2% Torino, + 9,9% Milano. 
Confidiamo tanto in questa allenanza tra i Movimenti in difesa dei consumatori e lo Sna, il Sindacato Nazionale degli Assicuratori, sperando che non vada a finire come l'ultimo incontro con il Ministro dello sviluppo economico Paolo Romani  che a Dicembre scorso ha incontrato i vertici di Ania e Isvap per proporre qualche ribasso dei premi, conclusosi  poi con un assenso ad ulteriori aumenti.
Chissà che bel regalo hanno fatto al Ministro per Natale.