TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

domenica 24 aprile 2011

RIFIUTI IN CALABRIA: La mancata soluzione, una questione d'incompetenza o d'interessi occulti?


       Non è una critica faziosa o campata in aria, si tratta soltanto di una mera costatazione di fatto, o meglio, di fatti.  
La Calabria è perennemente in emergenza: Idrica; rifiuti; depurazione; sanitaria. E sinceramente non credo sia un problema da addebitare a questo o a quello schieramento politico che ha governato o all'attuale, perchè, la musica non è mai cambiata, è sempre la stessa, da molti decenni.
In questo periodo sta andando per la maggiore il problema rifiuti, che, vede il Commissario Straordinario Graziano Melandri molto impegnato nella ricerca di una soluzione che possa dare un po di respiro, o meglio, di aria pulita, ai Calabresi, sommersi ormai da alcune settimane dai  rifiuti. Non c'è angolo di strada che non abbia il suo bel cumulo maleodorante, guarnito di ratti e cani randagi alla ricerca della ghiottoneria più buona. Immagini veramente disgustose e raccapriccianti che fanno accapponare la pelle. 
Da questo vergognoso rievento nascono spontane alcune riflessioni: La prima va direttamente nella direzione dell'ex Generale della Guardia di Finanza, Graziano  Melandri, il quale, in veste di Commissario Straordinario, lautamente compensato per la sua funzione, dovrebbe risolvere il problema nel più breve tempo possibile. Ma in che modo può risolverlo? Con quali competenze? Ha  una  grande esperienza nel settore della nettezza urbana? Conosce molto bene i sistemi e le tecnologie usate nel settore dello smaltimento dei rifiuti urbani?
Ma non faceva il finanziere? Quindi, perchè pagare profumatamente un'incompetente? Non sarebbe stato meglio investire il suo onorario, incaricando una Società Specializzata nel settore dello smaltimento dei rifiuti?
Come si fa a non capire che per risolvere l'annoso problema si deve intervenire sulla causa e non sull'effetto. Andare alla disperata ricerca di una discarica serve a ben poco e, inoltre, alimenta dissidi e dissapori tra le Amministrazioni Comunali che devono ricevere l'immondizia degli altri.     
Non sto qui adesso a suggerire come si deve effettuare il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, voglio solo mettere in evidenza che, su venti Regioni Italiane, soltanto tre hanno in comune lo stesso problema, cioè, quello dello smaltimento dei rifiuti. Allora, mi viene spontanea una domanda: L'emergenza rifiuti nasce per  incompetenza  o per  interessi occulti?