TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

mercoledì 11 maggio 2011

AUMENTA SEMPRE DI PIU’ IL NUMERO DEI PAGLIACCI NEL GRANDE CIRCO “POLITICA ITALIANA”



   Sono in aumento i clown in attività nel grande circo “Politica Italiana”.
 Per la tornata elettorale delle Amministrative che si terranno il 15 e 16 Maggio, molti personaggi del mondo della politica hanno cambiato casacca. Il cambio di partito questa volta ha dell’incredibile. Comunisti che passano a destra, fascisti che passano a sinistra, democristiani che scendono a patti con il diavolo. Una corsa affannosa alla ricerca di una lista, dove potersi candidare per un posto ben retribuito, senza dover faticare tanto.
L’incoerenza di questi personaggi è la prova lampante e tangibile che dei politici non ci si può assolutamente fidare. Si potrebbe coniare un nuovo detto; “dai politici mi guardi Dio che dai nemici mi guardo io”.
Bisogna in ogni caso stigmatizzare un fatto molto interessante, che, sta avvenendo in questo periodo, nel grande circo “Politica Italiana”. Il PDL di Berlusconi ha accolto un gran numero di migranti politici, ovviamente, grandi lestofanti. Molti dei quali provenienti dalla sinistra.
Tanto per fare un altro esempio paradossale, di come lavora il grande circo “Politica Italiana”, dobbiamo prendere in considerazione i movimenti del Cavaliere. Il quale, in molti casi si è anche scomodato per sostenere i voltagabbana nella loro campagna elettorale. Per fare un esempio, prendiamo a caso la candidata a Sindaco di Crotone, Dorina Bianchi, la quale, ha iniziato la sua esperienza politica nell'UDC, poi ha aderito alla Margherita, poi al Partito Democratico, all’ULIVO e infine è tornata nell'UDC, dove si è candidata a Sindaco. Sostenuta da Silvio berlusconi che, ha scelto la città jonica, quale unica sua tappa calabrese di questa campagna elettorale, in appoggio alla candidata, al momento, del “centrodestra”. Presenti anche i vertici del Pdl regionale, con in testa, ovviamente, il Governatore della Regione Giuseppe Scopelliti e molti altri operatori della politica Regionale. Compreso il neo sottosegretario ex comunista Aurelio Misiti. 
Una domanda sorge spontanea: ma Casini perché non era presente? Forse forse, che non ama molto gli spettacoli circensi?