TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

martedì 3 maggio 2011

CANDIDATI A SINDACO PER IL COMUNE DI REGGIO CALABRIA: PROGRAMMI FANTASIOSI O CANDIDATI PADRETERNI?


   
       Ormai i candidati hanno perso il senso della realtà e della misura, per un posto di primo cittadino si è capaci  e disposti a tutto, anche di dichiarare la qualsiasi, pur di essere pregnanti sull'elettorato credulone e ancora fiducioso nei confronti degli operatori politici.
 Scorrono fiumi d'inchiostro nelle tipografie, per la stampa di programmi illusori e menzogneri. Promesse utopistiche come se si parlasse di bruscolini. I programmi sono stracolmi soltanto di parole, di false promesse e impossibili realizzazioni, che, anche chi li sostiene, è pienamente cosciente che non si potranno mai realizzare. La convizione di poter ingannare sempre e comunque gli elettori, induce i candidati ad "sparare" le cazzate più grosse che possano esistere, tipo: "migliorare ciò che è stato fatto". Ma se non è stato fatto nulla in dieci anni, cosa si vuole migliorare? 
Nelle due passate legislature  l'Amministrazione comunale di Reggio Calabria non è stata in grado neanche di istituire un sevizio di pronto intervento H 24  sette giorni su sette, per i guasti alla rete idrica. I disservizi che si  verificano il Venerdì pomeriggio, si possono segnalare soltanto il Lunedì. Trascorrendo il fine settimana a secco, servendosi dei bidoncini di plastica per provvedere ad un minimo d'igiene personale. Cose da terzo mondo!
 In qualche programma si legge anche di  una "Città Metropolitana che collaborerà fattivamente con Regione e Provincia". Aimè quanta ignoranza!! Come si fa a non sapere che una vera Città Metropolitana può interagire soltanto con il suo territorio, in quanto, sostituirà  di fatto la Provincia e dovrà sostenersi con i proprio proventi, magari, aumentanto in maniera esponenziale le tasse, per come previsto del Federalismo Fiscale.
"Costruiamo la Città del domani" qualcuno ha scritto nel suo programma. Non rendendosi conto che ancora bisogna finire di costruire quella di ieri. I Reggini sperano soltanto in un concreto intervento politico, al fine di gestire semplicemente e in maniera decente quello che abbiamo. Non sono riusciti in dieci anni neanche ad ultimare 500 metri di bretelle lungo gli argini del Calopinace, figuriamoci se riescono a costruire in un paio di anni  la città del domani, (cosa vorrà mai dire poi "la città del domani", lo sanno soltanto loro).  
Ragionando per un momento in maniera del tutto utopistica, vorremmo tutti augurarci che venissero realizzati, ovviamente, con molta oculatezza e raziocinio tutti gli interventi veramente utili e necessari, dichiarati nei programmi. Ma questo, significherebbe soltanto una cosa, prendere in considerazione il fatto che i candidati siano dotati degli stessi poteri del "Padreterno"