TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

giovedì 19 maggio 2011

"MODELLO REGGIO".. !! : I LAVORATORI DELLA MULTISERVIZI ANCORA SENZA STIPENDIO, INGANNATI E PRESI PER IL CULO IN CAMPAGNA ELETTORALE, MINACCIANO DI SCIOPERARE


 Non vi erano dubbi, almeno per chi conosce la vera situazione economica del Comune. Le assicurazioni pre ellettorali dell'ex Sindaco facente "finzioni" Giuseppe Raffa, erano purtoppo solo una bufala. Solo  promesse, al fine di accaparrarsi i voti dei lavoratori, ormai esausti dal fatto che non percepiscono da mesi lo stipendio.
Tre sono le mensilità arretrate che  i dipendenti della Multiservizi, la società partecipata del comune di Reggio Calabria che, si occupa della gestione e della manutenzione del patrimonio dell’Ente comunale, devono percepire. Sono stati miserabilmente e indegnamente ingannati,  per ottenere il loro consenso.
Pur consapevoli", si legge nella loro nota, "del disagio che si andrà a creare in città, annunciamo un nuovo sciopero, in assenza di quei mandati di pagamento che a quattro giorni dal voto erano stati assicurati e di cui ancora oggi non vi è traccia’. Capita ormai spesso, da quando è stata costituita la Società mista "Multiservizi" che i dipendendi non vengono pagati regolarmente ogni fine mese, non è la prima volta che i lavoratori di questa società partecipata si trovano a fronteggiare tale serio disagio, per colpa di una Amministrazione incapace, che ad ogni costo vuole apparire come un modello da imitare. Sarebbe veramente un dramma per chi si azzardasse ad emulare il tipo di gestione battezzata dell'ex Sindaco Scopelliti "Modello Reggio"
Non è ammissibile che centinaia di onesti lavoratori e le loro famiglie debbano vivere sempre nell'ansia e nella preoccupazione di non essere retribuiti puntualmente ogni fine mese.
La costituzione di una Società mista per i servizi di manutenzione è stato sin dall'origine un errore bestiale, e ancora di più lo è stato continuare a mantenerla in vita per dieci anni. Ma non per questo devono pagarne le conseguenze i lavoratori. Speriamo che il neo Sindaco Arena dia un taglio netto con il passato e ripristini tutti i danni causati dal suo predecessore. La Città necessita di un serio e concreto intervento riqualificante, al fine di renderla vivibile sotto tutti gli aspetti. Proseguire con gli schemi della passata gestione politica significherebbe la fine della Città. Significherebbe annoverare nei dizionari della lingua italiana l'enunciato "Modello Reggio" tra i sinonimi di degrado!