TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

sabato 28 maggio 2011

PAOLO TIRALONGO VINCE LA 19° TAPPA DEL GIRO D'ITALIA


                                                      Paolo Tiralongo al traguardo

     Anche per "Paolino", così lo chiamano gli amici, è giunto il suo giorno di gloria. La 19° tappa del giro d'Italia l'ha vinta lui, partendo da Bergamo, Città dove risiede attualmente con la moglie Angela  e il figlioletto Salvatore.
Arrivare primo a Macugnaga è stato il momento più bello della sua carriera sportiva. Paolo Tiralongo, dell'Astana,  ha tagliato il traguardo in grande forma, nonostante la salita di Macugnaga. E' la prima vittoria di tappa per lui al Giro d'Italia e speriamo ce ne siano tante ancora in futuro. 
Vincere una corsa in condizioni proibitive, sotto una pioggia battente che, a più riprese ha impedito persino agli operatori in elicottero di poter prendere quota, è come vincere il Giro. Il percorso veramente insidioso, non ha creato problemi a Tiralongo, che, essendo in gran forma, è riuscito a staccarsi  a 6 km dal traguardo, mantenendo sempre una notevole distanza dal gruppo. Soltanto negli ultimi 500 metri, com'è solito fare, Contador si è lanciato all'inseguimento nel tentativo di raggiungere Tiralongo, ma non è riuscito a superarlo, arrivando di poco, secondo, dietro Paolo Tiralongo.
C'è stata Grande festa ad Avola, cittadina Siciliana, dove Paolo Tiralongo è nato e ha iniziato sin  da ragazzino a pedalare. La vittoria di "Paolino" ha emozionato e fatto piangere di gioia tutti i suoi fans e i familiari, soprattutto papà Salvatore e Mamma Enza.
Anche dalla Città di Reggio Calabria c'è stata esultazione per la prima vittoria importante di Paolo Tiralongo. I fans Calabresi lo sostengono sempre con affetto, orgogliosi delle sue grandi capacità sportive.
La prima vittoria di un semplice ragazzo di provincia, che, da sempre, in qualità di gregario, si sacrifica per gli altri, meritava dai mass-media una maggiore attenzione. L'ingratitudine dei giornalisti è veramente disgustosa. L'omissione del giusto risalto giornalistico che necessitava l'avvenimento è una cosa veramente indegna, che non fa certamente onore alla categoria dei giornalisti sportivi italiani.