TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

mercoledì 3 agosto 2011

ASSUNZIONI A REGGIO CALABRIA E PROVINCIA: MA I DISOCCUPATI PREFERISCONO DORMIRE


      Il Presidente della Camera di Commercio Lucio Dattola, ha dichiarato che in due mesi, a partire dal prossimo Settembre, nel Reggino si creeranno 1410 nuovi posti di lavoro. La notizia pubblicata su tutti i Quotidiani è stata però snobbata dai disoccupati, invitati dal  Presidente Lucio Dattola a partecipare alla conferenza stampa tenutasi nei saloni della Camera di Commercio di Reggio Calabria.
Quattro gatti, i partecipanti. Come se il problema disoccupazione non esistesse. Cose da non credere!!
Pur stante la possibilità per 1410 disoccupati di iserirsi nel mondo del lavoro, ognuno per le proprie competenze: Laureati e diplomati, cuochi, tecnici amministrativi, operai specializzati, alimentaristi, c'è stato scarso interesse da parte dei disoccupati.  Al Presidente Dattola è sembrato molto corretto Comunicare prima delle ferie estive gli studi di UnionCamere, gli è sembrato un impegno irrinunciabile visto che si trattava di annunciare da qui a Settembre ben 1410 nuove assunzioni, di cui 820 non stagionali e tutte nel settore manifatturiero, industriale, turistico e dei servizi.
Non si riesce a capire come mai, pur trattandosi di un avvenimento importantissimo per chi è senza lavoro, non si è registrato l'interesse dovuto.
Quindi, si deve pensare che, i giovani non sono propensi ad inserirsi nel mondo del lavoro (seppur ognuno con le proprie competenze) privato. La sbagliata propensione ad occupare un posto soltanto nella Pubblica Amministrazione, potrebbe voler dire, non inserirsi mai nel mondo lavorativo. Sbagliato dunque, pensare di dover lavorare soltanto nel pubblico e sbagliato anche non iniziare sin dai primi anni di scuola ad indirizzare gli studenti verso una mentalità lavorativa privatistica.
Questa attuale propensione dei giovani disoccupati, porta ovviamente le Imprese ad assumere extra-comunitari, con tutte le conseguenze del caso. 
Rifiutare 1410 posti di lavoro, per il solo fatto che le Imprese sono private, è da stupidi. Lasciarsi sfuggire un'occasione così interessante, in un periodo così critico dal punto di vista dell'occupazione fa riflettere veramente molto. 
Dattola non ha rinunciato ad esprimere tutta la sua delusione nel constatare che, nonostante gli annunci sulla stampa, i giovani primi e privilegiati, destinatari dell’informativa, non hanno risposto all’ invito, lasciando la sala predisposta a riceverli quasi deserta.
« Dobbiamo constatare – ha detto il Presidente della Camera di Commercio – che forse i giovani hanno perso la fiducia in chi li orienta e stimola, o peggio, hanno smesso di credere a ciò che prospettiamo, ritenendo che comunque solo “i santi in paradiso” possono modificare la loro condizione. In realtà Reggio, più che altre realtà, rende palpabile quella area grigia che le statistiche non riescono a quantificare o a definire perchè composta da giovani che non solo non studiano, nè lavorano, ma neanche cercano una possibile collocazione».