TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

lunedì 15 agosto 2011

IL GOVERNO BERLUSCONI VUOLE LA RIVOLUZIONE ? : NASCERANNO NUCLEI ARMATI POPOLARI?

 
    Non la vedo per niente bene. Questa volta Berlusconi ha proprio superato  il limite. Tutte le promesse fatte in questi ultimi anni sono state soltanto delle bufale capziose. Nonostante il Governo fosse al corrente già da  tanto tempo della grave situazione economica, dell'enorme vuoto esistente  nelle casse dello Stato e dell'enorme debito pubblico accumulato,  non sono mai stati presi i dovuti provvedimenti nei tempi e nei modi opportuni. 
Berlusconi e i suoi Ministri hanno continuato a sperperare le risorse pubbliche, ingannando gli Italiani. Dichiarando che tutto andava per il meglio, che i conti erano a posto, che la  ripresa economica della Nazione andava per il verso giusto come Tremonti aveva previsto qualche anno addietro e che, c'erano tutte le premesse per un sensibile aumento graduale del PIL. Tutte balle!! niente di vero, solo menzogne per coprire la grave situazione dei conti pubblici. In buona sostanza, il Governo Berlusconi non è riuscito a mantenere colme le casse dello Stato e adesso chiede sacrifici immani ai lavoratori Italiani, oltretutto a quelle categorie che già versano in una pessima situazione economica, sia per colpa dell'Euro, responsabile della speculazione sui prezzi sia per il continuo aumento della pressione fiscale.
Con il  Decreto legge 6 luglio 2011 numero 98, “Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria”, il Governo Berlusconi danneggerà tremendamente le famiglie Italiane monoreddito, i pensionati sociali e gli ammalati cronici. Tale provvedimento contribuirà inevitabilmente all'aumento della criminalità, e alla ricostituzione di gruppi rivoluzionari estremisti, non necessariamente mossi da ideali politici, ma dalla disperazione di dover vivere malissimo, in una Nazione dove oggi più che mai, la borghesia vuole detenere il potere assoluto, vivendo nel lusso più sfrenato a discapito della classe sociale medio-bassa. Costituita per lo più da dipendenti, ai quali, viene sempre effettuato il prelievo fiscale alla fonte, rendendoli sempre più poveri. Contrariamente ai liberi professionisti e ai grandi industriali che, hanno la libertà di evadere sempre e comunque.
E nel mentre nel mondo della politica i  tesori  passano di mano in mano. E poi ancora, aperitivi e pranzi a Villa Certosa, per prendere decisioni e disegnare percorsi politici volti ad aumentare sempre di più il potere e la ricchezza personale, gli Italiani vengono umiliati e impoveriti sempre di più, da una finanziaria scellerata. 
Rimpinguare le casse dello Stato, togliendo uleriori risorse alle famiglie, creerà un tale malcontento negli Italiani, da indurli  probabilmente, anche alla rivoluzione civile.
Penso proprio che questa volta i lavoratori reagiranno in malo modo e non escludo ripercussioni verso i politici più esposti, Berlusconi e Tremonti in primis.