TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

giovedì 25 agosto 2011

LA TEDESCA SABINA BEGAN PREFERISCE IL BOCCHINO CON LA SCORTA: ......E GLI ITALIANI PAGANO



 Veramente paradossale, nel mentre il Governo cerca di risolvere i problemi finanziari, l'Onorevole Italo Bocchino se la spassa con la Began, trasportati dall'auto blu e per giunta con la scorta. I due piccioncini sono andati in vacanza sulla costiera Amalfitana, utilizzando per il viaggio da Roma a Salerno un'auto ministeriale. Lo ha dichiarato la stessa Sabina Began in un'intervista.
A questo punto ogni commento sarebbe superfluo, ma non si può fare semplicemente spalluccia e rassegnarsi  di fronte a tutte le porcherie dei politici. Se non altro, perchè chi ci rimette il culo alla fine sono sempre i semplici Cittadini, obbligati a pagare anche gli sprechi e i festini di chi ci "governa". 
Sicuramente questo è il caso più recente finora scoperto e chissà quanti altri abusi vengono quotidianamente consumati dalla casta. Uno scandalo del genere, in America o in Inghilterrà comporterebbe obbligatoriamente le dimissioni del politico approfittatore farabutto. In Italia, purtoppo, la cosa diventa solo un caso di gossip. Un modo per poter spettegolare il fine settimana, su qualcosa di nuovo. Daltronde, cosa potrebbero fare gli Italiani, oltre che spettegolare, anche se con un po d'indignazione e vergogna per la classe politica che ci Governa?  Ogni giustificazione da parte dell'Onorevole Bocchino, non servirà a convincere gli Italiani della sua integrità morale. Tantomeno della sua buona fede. In un momento così difficile per la Nazione, aver approfittato della cosa pubblica per i suoi piaceri personali è semplicemente deplorevole, al punto che, soltanto le sue dimissioni potrebbero sanare l'abuso. Mi auguro, quantomeno che per l'avvenimento si formuli  un richiamo scritto  e  che l'opposizione abbia il buon senso di presentare  una interrogazione parlamentare. E' un atto dovuto nei confronti e per il rispetto di tutti gli Italiani onesti.