TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

mercoledì 12 ottobre 2011

GIUNTA STITICA IN CALABRIA: MANCATO RISPETTO DEL DLGS 626/94 E TAGLI ANCHE PER LA CARTA IGIENICA


  E' diventato un problema anche pulirsi il culo dopo essere andati in bagno.
I Dipendenti dell'Amministrazione regionale, tra le altre cose, devono comprarsi anche la carta igienica per andare in bagno e guai se qualcuno dimentica di farlo, si troverà, dopo aver espletato il bisogno fisiologico in una situazione veramente imbarazzante, in quanto, l'Economato della Giunta regionale non fornisce più neanche la carta per i servizi igienici. A tal proposito, si consiglia il pubblico che frequenta il Lunedì e il Venerdì  gli Uffici Tecnici della Regione, di munirsi di carta igienica, per eventuali emergenze, poichè, i servizi igienici sono sprovvisti.   La Legge Regionale 22/2010, avente per oggetto "Misure di razionalizzazione e riordino della spesa pubblica regionale" ha colpito anche le esigienze fisiologiche naturali che ogni persona deve espletare durante la giornata trascorsa in ufficio. Il trattamento riservato ai lavoratori è veramente ignobile, oltre che, per certi aspetti anche omissivo delle disposizioni di Legge, come, il mancato rispetto del DLGS 626/94 che prevede oltre alla sicurerezza dei luoghi di lavoro, l'efficienza dei servizi igienici, anche l'ergonomia e il confort della postazione di lavoro del Dipendente.
Molti Uffici regionali, appartenenti alla Giunta, sono ancora arredati con elementi risalenti al 1970 (contrariamente a quelli lussuosi e moderni del Consiglio) e le caratteristiche delle postazioni di lavoro si possono brevementre definire "orribili". Molte patologie accusate dai dipendenti sono da addebitare, appunto, alle condizioni  in cui versano gli arredi e la maggior parte delle postazioni di lavoro, alcune, addirittura formate da componenti riciclati. 
L'efficienza, l'efficacia e soprattutto la salute dei lavoratori dipende molto dalle condizioni dei locali, dei servizi igienici e dalle postazioni di lavoro. Queste ultime, devono per Legge rispondere rigorosamente ai criteri di ergonomicità. 
Le Leggi e i Regolamenti che tutelano la salute dei lavoratori devono essere rispettati anche  e soprattutto dall'Amministrazione Pubblica. A quanto pare, invece, la  Giunta della Regione Calabria ha delle grosse lacune in merito, ovvero, è totalmente inadempiante. 
Paradossalmente, nel mentre l'Amministrazione  pretende (pena, pesanti sanzioni per chi non adempie ai propri compiti) dai suoi dipendenti il massimo rispetto dei doveri, considera i diritti un'opzione.    
Spendere migliaia di Euro per ristrutturare e personalizzare le sedi  dei Direttori Generali ad ogni nuovo insediamento e  non provvedere a fornire gli Uffici di carta igienica è veramente scandaloso, oltre che deplorevole. Ma altrettanto scandaloso e deplorevole è il comportamento stitico del Settore N°4 "Provveditorato ed Economato" che non evade oramai da molto tempo nessuna richiesta.  
Ma sarà vero che le "misure di razionalizzazione" hanno costretto l'Economato a ridurre anche la carta igienica? Non sarà che sotto sotto gatta ci cova?
Questo squallido inconveniente,  mette oltretutto a disagio e ridicolizza i dipendenti, costretti a circolare con il rotolo della carta igienica in mano lungo i corridoi, spesso gremiti di pubblico. 
Chissà se anche negli Uffici della Presidenza manca la carta igienica, come faranno? ....visto che li di cagate ne fanno tante??