TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

giovedì 6 ottobre 2011

REGGIO CALABRIA SPACCIATA PER "CITTA' METROPOLITANA": OLTRE IL DANNO ANCHE LA BEFFA



E....... la chiamano "Città Metropolitana".
Nom riesco a capire se loro pensano che i Cittadini Reggini siano dei deficienti o veramente dei grandi deficienti sono loro?
Mi riferisco soprattutto agli "operatori politici" del centrodestra,  i quali,  non perdono occasione per mettere in evidenza Reggio Calabria come "Città Metropolitana". ...Ma sarebbe una cosa fantastica!! Appartenere al territorio di una Città Metropolitana, però, di una vera, non di una annoverata soltanto in un Decreto Legislativo che altro non è che carta straccia, fin quando la politica non riuscirà a concretizzare e materializzare il Titolo in una realtà organicamente disciplinata, in maniera tale da distinguersi oggettivamente da una qualsiasi comune Città.
In Italia, Città Metropolitana è sinonimo di Utopia. Nessuna delle Decretate ha mai dato seguito all'Istituzione. Figuriamoci se un "paesazzo" come Reggio Calabria potrebbe mai diventare nei fatti una Città metropolitana.  Allora, ascoltando o leggendo di chi enfatizza la Città di Reggio come metropoli, si prova una sensazione mista, composta da pena e rabbia. Pena: per la palese prova del basso livello di cultura posseduto dai nostri politici Amministratori. Rabbia: perchè, certe dichiarazioni se esternate per il solo gusto di farlo, hanno tutto il sapore di una grande presa per il culo. 
Come si fa a parlare di Città metropolitana, quando abbiamo i servizi pubblici ridotti al  minimo necessario, sufficienti a malappena per soddisfare le necessità dei residenti? Cosa possiamo offrire a chi sprovvedutamente  visita la Città? Solo "pane amore e fantasia", tutto il resto non esiste.
Non esiste nulla di tutto ciò che serve a definire Reggio una Città a misura d'uomo, figuriamoci metropoli. 
Finquando alla governance di Reggio Calabria ci saranno sprovveduti, buoni a nulla, capaci soltanto di vendere fumo .....e devo ammettere a malincuore che il fumo sono capaci di venderlo molto bene. Daltronde, la peculiarità dei politici lestofanti è proprio quella di riuscire a prendere in giro la gente che ancora crede nelle promesse preelettorali.