TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

lunedì 2 gennaio 2012

IL “MASSONE” MARIO MONTI HA DISTRUTTO I SOGNI DI MILIONI DI ITALIANI CONDANNANDOLI ALLA MISERIA




    Sono milioni gli Italiani che hanno perso la speranza di realizzare il proprio sogno. Dopo una vita di sacrifici, dedicati al lavoro e al risparmio, oggi, per colpa di un “Massone” dal nome Mario Monti, uscito dal cilindro magico di Napolitano, sentono che il mondo gli crolla addosso. Sentono il gelo sulla pelle, seccata dalla fatica e dai sacrifici fatti per poter realizzare quel progetto che tutti gli Italiani onesti lavoratori tenevano custodito da quarant’anni, gelosamente e orgogliosamente nel cassetto.
Ogni Italiano, onesto lavoratore e coscienzioso, aveva calcolato la data nella quale sarebbe andando in pensione e avrebbe potuto realizzare il  sogno della sua vita.   
Tutto finito, con una scellerata manovra finanziaria sono svaniti i sogni e i progetti di milioni di Italiani.
Il responsabile di questo dramma sociale risponde al nome di Mario Monti. Incredibile!! Mario Monti, da poco Senatore a vita e Presidente europeo della Commissione Trilaterale (un gruppo d’interesse di orientamento neoliberista fondato nel 1973 da David Rockefeller) e membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg, che ha studiato all'università di Yale, sede della famosa setta massonica Skull and Bones.
Ormai siamo stati sottomessi da un potere economico massone, che mira, con la complicità del Capo dello Stato Napolitano, al controllo di tutti gli stati europeei.
Dobbiamo renderci conto che si sta mettendo in atto un vero è proprio golpe finanziario a discapito delle classi sociali europee medio-basse, che, in ogni caso, ha colpito maggiormente l’Italia, già in una situazione economica precaria di suo.
Se non ci ribelliamo a questa prepotenza politica-affaristica siamo davvero pecore e polli e meritiamo di finire al macello (sociale) spolpati.
Stiamo vivendo un momento storico devastante: per la prima volta nella storia i popoli europei sono stati totalmente privati della loro sovranità politica e monetaria, con il Trattato di Maastricht prima e con quello di Lisbona che prevede una Costituzione unica europea per tutti gli stati membri. 
I Governi sono diventati mere finzioni teatrali del Regime per distrarre i sudditi e le bandierine politiche di destra o sinistra sono specchietti per le allodole. I partiti di qualsiasi colore e posizione, sono parte integrante di un terribile progetto dalla forma dittatoriale. Il potere economico, con l’avallo di quello politico-affaristico sta prendendo il sopravvento su tutte le democrazie europee e se ciò avviene integralmente, sarà la fine della libertà e l’inizio di una dittatura capitalistica che renderà le classi sociali medio-basse poveri sudditi.