TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

domenica 18 marzo 2012

DECRETI "MUORI ITALIA"


   Quando si dice che a volte il rimedio è peggiore del male, si può benissimo fare riferimento a Mario Monti.
E’ veramente sconcertante quello che sta combinando il Governo Monti.
L’esecutivo di rugosi incapaci che ha soppiantato il Governo Berlusconi, non sarà mai in grado di far uscire dalla crisi l’Italia.
Le “soluzioni” proposte dal Governo Monti, sono soltanto il frutto di un Esecutivo che non ha la benché minima cognizione delle cazzate che sta producendo.
Si parla tanto, ma sempre di sciocchezze, come l’Articolo 18 che, sostanzialmente nulla ha a che fare con la disoccupazione. L’attuale Governo c.d.“tecnico” voluto purtroppo con fermezza dal Capo dello Stato Napolitano, è composto da un gruppo di rimbambiti nati e vissuti nella bambagia e nell’agiatezza economica ereditata. Un governo formato da persone che non sono mai andate a fare la spesa e che non hanno mai pagato l’affitto di casa, anzi, gli affitti li hanno sempre riscossi. 
La verità è che, dei problemi del Popolo Italiano, alla casta politica non gliene frega un cazzo!! Nessuno s’impegna seriamente per le categorie che stanno ormai alla fame.... Il Governo Monti, l’intero parlamento e i sindacati, cosa stanno proponendo per lo sviluppo economico?.... Solo minchiate palliative. Quali prospettive ci propongono? Si va avanti a singhiozzo e le formule inventate non fanno altro che condizionare l'intera collettività, bloccando ulteriormente lo sviluppo economico e sociale del Paese.
Il tutto è mirato sempre e soltanto all’aumento delle tasse. Cosa molto facile da fare, anche senza la consulenza di esimi professori o esperti economisti.
Monti vuol far vacillare la Democrazia, ma la Sovranità appartiene al Popolo per come recita l’Articolo uno della nostra Costituzione, e per tanto nessuno può permettersi di mettere in discussione o peggio ancora, di proporre Norme che ledono i diritti Costituzionali degli Italiani.
Quelle di Monti sono soltanto un complesso di misure inique e apertamente antipopolari.
La “terapia d’urto” che il Governo intende scaricare sul Paese e sui settori sociali già devastati dalla crisi ha le caratteristiche di una “guerra contro i poveri”. Oramai è chiaro che le misure che si prepara ad adottare il governo Monti sono di una iniquità sociale mostruosa. Siamo immersi in una melassa schifosissima e vomitevole, preparata da un banchiere ormai rincoglionito che nelle conferenze stampa non sa più neanche quello che dice.
La politica economica del Governo Monti, ha tutto il sapore di una strategia neo-liberista e filo-padronale: Una politica fatta da un Governo che di “tecnico” ha soltanto il nome, ma nella mente malata ha strane idee europeiste che, la maggior parte degli Italiani non condivideranno mai. 
Le ultime dichiarazioni di Monti in difesa del diritto-dovere di Marchionne di poter delocalizzare all’estero la produzione della FIAT, la dice lunga sulla capacità di Monti di risolvere i problemi economici dell’Italia.
Altro che “cresci Italia”, questa mi sembra la politica di “muori Italia”