TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

venerdì 13 aprile 2012

POVERI CALABRESI!!: TRASPORTO PUBBLICO SOLO POSTI ALL'IMPIEDI. OSPEDALI SOLO POSTI IN BARELLA. UFFICI REGIONALI SOLO DISPERAZIONE.

  

    Non ci resta che piangere, oltre che per il dolore e la sofferenza, anche per la rabbia di essere trattati come le bestie.
Avere un posto letto negli ospedali calabresi è diventato un privilegio e chi non ha la possibilità di farsi raccomandare dall'amico politico, rischia di dover passare la degenza in una barella tenuta insieme col fil di ferro. Ma anche chi è raccomandato non sempre riesce ad avere un letto, perchè i letti vecchi sono finiti allo sfascio e non sono mai stati rimpiazzati dai nuovi. La politica del "risparmio" mantiene i magazzini vuoti e costringe i sanitari ad un "tour de force" quotidiano, per farsi prestare del collega del reparto accanto un letto per chi è messo molto male e non può stare in barella. Il servizio sanitario in Calabria ormai è al collasso: Personale medico e paramedico sottodimensionato, macchinari guasti, laboratori sprovvisti di reagenti, reparti affollati di degenti in barella. Scene orribili alle quali si assiste tutti i giorni, nel mentre il Governatore Scopelliti  adotta la sua scellerata e insensata politica del risparmio che, va nella direzione di ridurre i servizi e costruire nuovi e inutili ospedali.
Ma se "Sparta piange Atene non ride". Anche i trasporti pubblici sono messi male. Le corse delle Ditte private sono state ridotte al minimo indispensabile, costringendo i passeggeri anche sui lunghi percorsi a viaggiare all'impiedi. Mentre, i contributi alle Aziende pubbliche tardano ad arrivare, nonostante la Vicepresidente Stasi si vanta di aver ottenuto dallo Stato finanziamenti per milioni di Euro da spendere per i trasporti in Calabria.
E nel mentre i milioni di Euro volano di bocca in bocca e viaggiano comodamente sui comunicati stampa della Giunta Regionale, il sistema trasporti boccheggia e vive alla giornata, lamentando la mancanza di risorse indispensabili per il normale espletamento del servizio.
Poveri Calabresi!! siamo messi proprio male. La politica enfatizza l'ottenimento di grandi risorse Statali e il finanziamento Comunitario di  FES - FAS - POR - PON, ma sono soltanto illusioni, perchè, di fatto nulla si concretizza. Delle migliaia di posti di lavoro promessi dal Governatore Scopelliti, non si ha notizia di nessuna assunzione ufficiale. Invece, degli  incarichi esterni presso gli Assessorati Regionali, e i Dipartimenti, si ha una chiara e limpida testimonianza leggendo tra le righe dei  BURC.
E' paradossale invece sapere che, nel mentre si spendono migliaia di Euro per le inutili assunzioni a contratto, i Funzionari degli Uffici della Giunta Regionale sono costretti ad andare in missione a proprie spese e a portarsi i computer personali da casa per poter espletare il servizio pubblico.
Poveri Calabresi!! La casta pensa soltanto ai propri affari, calpestando i diritti e la dignità del Popolo Sovrano che, continua a pagare lo scotto di una classe politica formata da lestofanti incoscienti e farabutti.