TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

domenica 19 agosto 2012

MORIRE DI FARMACO GENERICO



Da ferragosto le ricette senza marca dei farmaci: una vera e propria follia!!
I medici hanno un mese di tempo per adeguarsi, invece i farmacisti hanno il compito di indicare all’utente le medicine più o meno costose con lo stesso principio attivo
Non si dovrà più segnare sulla ricetta “Aspirina”, ma soltanto acido acetilsalicilico.
La “spending rewiew” targata Mario Monti, sortisce il proprio effetto anche sulle ricette mediche, mettendo al bando il farmaco griffato e a repentaglio la salute dei pazienti.
Una vera follia!! Il medico di famiglia non deve più prescrivere un farmaco, bensì solo il principio attivo necessario a “curare” la malattia.
Sarà compito poi del farmacista fornire all'utente il farmaco che, a parità di principio attivo, costa di meno. Una rivoluzione che, da una parte farà risparmiare al Servizio Sanitario Nazionale milioni di euro, dall’altra metterà a repentaglio la vita delle persone. Non sarà facile per i farmacisti evitare errori fatali che potrebbero verosimilmente portare anche alla morte di molti pazienti.
La facilità e la totale sicurezza che i medici e i farmacisti avevano nel prescrivere e nel fornire un farmaco con tanto di “nome e cognome” non potrà mai e poi mai essere sostituita da nessun altro accorgimento. 
Molti farmaci generici possiedono degli additivi diversi da quelli che si trovano nel farmaco di marca. Non basta che sia uguale il principio attivo, il farmaco è costituito anche dall'eccipiente che può essere diverso influendo così sull'assorbimento del farmaco e quindi sull'effetto terapeutico che potrebbe essere diverso da quello sperato, con conseguenze anche letali per il paziente che potrebbe subire shock anafilattico o altre crisi di natura allergica, anche gravi da causarne la morte istantanea.
La decisione del Governo di stravolgere l’oramai affermatissima e sicurissima fornitura di farmaci ai malati, è veramente pura follia che, procurerà moltissimi problemi ai medici, ai farmacisti e soprattutto ai pazienti che potrebbero  rischiare la vita assumendo farmaci con eccipienti e additivi diversi dal farmaco di marca.