TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

lunedì 15 aprile 2013

Ospedale Morelli: se manca Maurizio i ricoveri non si fanno


  


  Quella che fino a qualche tempo fa appariva come un’oasi felice nella Sanità Pubblica, comincia a dare i primi segni di cedimento.
Ore d’inutile attesa per i pazienti cardiopatici, recatisi, venerdì 12 aprile all’Unità Operativa di Cardiologia Clinica, del Morelli, diretta dal Dott. F.A. Benedetto.
L’assenza, ovviamente giustificata, di alcuni dipendenti, tra i quali, un certo"Maurizio", ha paralizzato il servizio del Day Hospital, facendo andare su tutte le furie i pazienti, in attesa (alcuni addirittura in piedi) sin dalle nove del mattino, per fare gli accertamenti clinici necessari.
Soltanto il grande senso di responsabilità e la santa pazienza del personale medico e paramedico in servizio questa mattina, hanno potuto ovviare in parte, al disagio procurato (per l’assenza dei colleghi) alle persone ammalate. Ovviamente, il personale in servizio è abilitato alla cura degli ammalati, ma non è in grado ancora di fare miracoli, quindi, sono state eseguite soltanto le visite ambulatoriali, mentre, i ricoveri in Day Hospital sono stati purtroppo rimandati a data da stabilire.
Ci siamo!! Anche il Morelli inizia a produrre disservizi, anziché servizi; come avviene ormai da molto tempo, sia agli ospedali Riuniti sia nel resto delle Strutture Sanitarie della Calabria.
Se le cose nella Sanità continueranno a peggiorare, presto i pazienti perderanno la pazienza e nessuno potrà permettersi di biasimare eventuali comportamenti poco ortodossi, da chi non pretende nulla di più che il sacrosanto diritto alla salute.
Forse che, in questi casi d’emergenza, trattandosi di patologie importanti, il Direttore dell’Unità Operativa, Dott. F.A.Benedetto dovrebbe essere più presente, facendo tutto il necessario per limitare i disagi all'utenza.
Benedetto dottore!! Lei che arriva sempre per primo in reparto, avuta notizia dell'assenza di alcuni dipendenti, avrebbe potuto provvedere a risolvere il problema. Non è ammissibile che l'assenza del dipendente "Maurizio" possa mettere in crisi l'Unità Operativa di Cardiologia.
Se è stato uno scherzo, è stato veramente di cattivo gusto.