TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

giovedì 23 maggio 2013

Reggio Calabria: chi ascolta i Cittadini non sa cosa rispondere, perché?

    

  Non è facile vivere in questa Città e ancora più difficile è dover affrontare problemi e disservizi legati alla burocrazia delle Amministrazioni Pubbliche locali.
Per fare un esempio, prendiamo in considerazione il più ricorrente: la mancata fornitura di acqua potabile. Un evento che nella nostra Città si presenta molto spesso in tutti i Rioni e non soltanto nella stagione estiva.
Per segnalare i disservizi, l’Amministrazione comunale di Reggio Calabria ha istituito il call-center “ReggioCal” - Informazioni e Segnalazioni - 800 018 018, tramite il quale, si può segnalare all’operatore di turno il problema riscontrato.
Chi ascolta e registra le lamentele degli utenti, non è in grado però di dare risposte sulla tempistica, in merito alla riparazione del guasto. La gentilissima voce dall'altro capo del telefono, non fa altro che rassicurare l’utente sul buon fine della segnalazione:…“sarà subito trasmessa ai tecnici competenti che interverranno immediatamente”; alcune volte rassicurano l’utente recitando un’altra filastrocca:…“I tecnici sono già sul posto per riparare il guasto”. Ma quali tecnici? Ma in quale posto? Ma che genere di guasto? A queste domande gli operatori del call-center non risponderanno mai; non perché si attengono scrupolosamente al rispetto della Legge sulla privacy, soltanto per il semplice motivo che non sono a conoscenza degli interventi, cioè, non hanno un collegamento diretto e costante con l’Ufficio manutenzione, in modo tale da poter essere informati sul’’andamento dei lavori per la riparazione del guasto segnalato e dare notizie e tempi certi agli utenti, spesso, esasperati dal prolungarsi del disservizio.
Eppure, mi era parso di capire che, l’Amministrazione Comunale, tramite la Società RE.CA.SI. S.p.A. avesse messo a punto un sistema a disposizione dei cittadini. Il “Sistema di Gestione segnalazioni”, cioè, uno strumento in grado di gestire le anomalie nei servizi che il Comune eroga. Si tratterebbe (recitava un comunicato stampa dell’Amministrazione Comunale) in buona sostanza: di “una piattaforma informatica che consente di monitorare in tempo reale le richieste e i conseguenti interventi riguardanti le segnalazioni di qualunque disservizio”.
La domanda nasce spontanea: se l’Amministrazione Comunale possiede un sistema informatizzato così notevole, perché gli operatori del call-center ”ReggioCal” non sono in grado di dare risposte certe ai Cittadini?