TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

venerdì 27 settembre 2013

I CALABRESI IN LACRIME, RINGRAZIANO: "confermate in Calabria le maggiorazioni Irap e Irpef ai fini del piano di rientro del deficit sanitario"



                                                      MANIFESTO BEFFA!!

    Nel 2012 la Calabria non ha raggiunto gli obiettivi fissati nel  piano sanitario di rientro. Questo è quanto constatato dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, durante il tavolo per la verifica degli adempimenti e dal Comitato permanente per la verifica dell'erogazione dei livelli di assistenza.
Gli Organismi tecnici con il compito di monitorare l'attuazione del piano di rientro del deficit sanitario predisposto dal Commissario Straordinario Giuseppe Scopelliti, hanno dichiarato insostenibile l'intervento per il risanamento. 
Pertanto, per l'anno d'imposta 2013, in Calabria si conferma l'applicazione automatica della maggiorazione dell'addizionale Irpef e dell'aliquota Irap prevista in questi casi dall'Articolo 2, comma 86, della Legge 191/2009.
La maggiorazione che i cittadini andranno a pagare e dello 0,15% per l'Irap e dello 0,30% per l'Irpef dovuta alla Regione. Ulteriori aggravi naturalmente ci saranno per quanto riguarda l'addizionale  l'Irpef Comunale.  
Veramente un ottimo lavoro quello svolto dal Commissario Straordinario Giuseppe Scopelliti che, con il suo demenziale piano di rientro è riuscito contemporaneamente a peggiorare il Servizio Sanitario e le condizioni economiche dei Calabresi per l'anno 2013. Non si può dire altrimenti per la Ditta che ha provveduto a stampare e affiggere i maxi-manifesti beffa pubblicitari che, enfatizzano (a dire del Commissario Giuseppe Scopelliti)  il "pregevole" operato a favore della Sanità Pubblica.  
Non ci sono più parole che non siano quelle impronunciabili, per poter definire l'operato di un buono a nulla che ha ridotto la Calabria nello stato in cui tutti hanno la possibilità di poter costatare. Diamo a Cesare quel che è di Cesare!!