TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

giovedì 13 febbraio 2014

EMERGENZA RIFIUTI: URGE ORDINANZA DI UTILIZZO SACCHETTI ERMETICI COLORATI E UN RIGIDO SERVIZIO DI VIGILANZA.

   Non accenna a diminuire il problema legato alla mancata raccolta dei rifiuti. Molti quartieri sono ormai sommersi dall’accumulo d’immondizia.
In molte zone della città, i cassonetti di rifiuti sono stracolmi e i sacchetti dell’immondizia sono depositati a terra con conseguente disagio per i residenti che lamentano problemi di ordine igienico – sanitario.
La gente è costretta a sistemare la spazzatura per terra, in attesa che qualcuno la rimuova. A causa dell’eccessivo accumulo di rifiuti, in breve tempo emergeranno problemi igienico – sanitari che metteranno a repentaglio l’incolumità pubblica. 
Vista la grave situazione che si sta venendo a creare (altro che armi chimiche al porto di Gioia Tauro), ed essendo il problema molto serio e reale, che può veramente con molte probabilità “esplodere” da un momento all’altro in una epidemia a carattere regionale, causando moltissime vittime, si sollecitano i Sindaci e i Commissari prefettizi dei Comuni calabresi A DICHIARARE LO STATO DI EMERGENZA, provvedendo urgentemente all’acquisto e alla distribuzione ai cittadini dei sacchetti ermetici colorati per tipologia di rifiuto, emanando contestualmente l’Ordinanza di obbligo di utilizzo , provvedendo inoltre ad istituire i necessari servizi di controllo e vigilanza, volti alla prevenzione e repressione del getto incontrollato dei rifiuti sulle aree pubbliche, contenuti nei comuni sacchetti di plastica da supermercato.