TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

venerdì 28 novembre 2014

Reggio Campi e Spirito Santo senz’acqua: l’Ufficio Tecnico del Comune non sa perché e gli impiegati dell’URLP si rammaricano con i cittadini


SO.RI.CAL. e Ufficio Tecnico del Comune non sono in sintonia  

   Gli abitanti del rione Spirito Santo e Reggio Campi si sono svegliati questa mattina senza potersi lavare neanche la faccia. Una brutta sorpresa che ha costretto i cittadini a utilizzare l’acqua minerale per la consueta igiene personale del mattino. Neanche un goccio di acqua, tanto meno la consueta “zuffata” di aria (pagata in bolletta per acqua) che precede ogni mattina il prezioso liquido.
Alla richiesta da parte dei cittadini di notizie in merito all’accaduto, il gentilissimo  personale dell’URLP del comune di Reggio Calabria non sapeva, rammaricandosi per l’accaduto, cosa rispondere. Gli addetti al servizio non erano stati informati del perché al rione Spirito Santo e lungo la via Reggio Campi sarebbe mancata l’acqua nella giornata del 28 novembre. Nessun comunicato ufficiale è stato pubblicato nel sito del Comune e dalle prime indiscrezioni sembrerebbe che neanche i Tecnici dell’Ufficio manutenzioni del comune fossero informati di cosa fosse successo, nonostante la SO.RI.CAL, anche se molto in ritardo (ore 9.30), aveva comunicato con fax al Comune l’interruzione dell’erogazione idrica per lavori  urgenti all’impianto di sollevamento di Prumo.   
Si potrebbe gridare allo scandalo!!  Ma ormai per i Reggini queste disfunzioni sono all’ordine del giorno e ci hanno fatto il callo. Come dichiarò a suo tempo un Dirigente del Comune: “Alcuni modi di fare al comune di Reggio Calabria sono ormai consuetudine consolidata”, ma la dichiarazione veniva da un esponente del centrodestra, sostenitore del “Modello Reggio”. Oggi, il primo cittadino è Giuseppe Falcomatà, appartenente allo schieramento politico del centrosinistra, il quale, in campagna elettorale dichiarò:  “Si parte con la nuova primavera e ci sarà una grande svolta per Reggio”.  Quale primavera? Se siamo in inverno e quale svolta se siamo sulla stessa strada percorsa dal centrodestra che, galoppava allora il tanto enfatizzato “Modello Reggio”.

 Io, enunciando un vecchio ma sempre eloquente detto, sosterrei che: “Cambiano i musicanti ma la musica è sempre la stessa”, altro che svolta!!