TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

giovedì 29 gennaio 2015

L’area parcheggio adiacente al Tempietto è stata trasformata in discarica



 

Le palme morte, probabilmente uccise dal “Punteruolo Rosso”  sono ammucchiate a ridosso dell’area Sud del Tempietto.    

 
 Continua ad aumentare in maniera direi impressionante, lo stato di degrado della città che, in epoca antecedente l’elezione del neo sindaco Giuseppe Falcomatà non era da sottovalutare.
Pur avendo adesso la città, un Sindaco e una Giunta, non si vedono segnali di miglioramento, anzi, sono molto evidenti e sotto gli occhi di tutti, I graduali peggioramenti che quotidianamente si riscontano in tutti i luoghi.
Inutile fare la lista e annoverare magari in ordine di priorità gli interventi da eseguire. Oramai non esiste più un metro quadro di luogo pubblico in buono stato di conservazione; la maggior parte del territorio è da ripristinare integralmente.
Il grado di deterioramento ha raggiunto livelli e dimensioni tali da non consentire più interventi di manutenzione ordinaria circoscritti all’area malconcia (i cosiddetti rattoppi) bensì, rifacimenti totali.
La premessa era d’obbligo per rendere evidente alcuni punti salienti dello stato in cui versa oggi la città, pur essendo amministrata da una classe politica eletta e non da una terna commissariale.
Ho la netta impressione che ci stiamo trovando davanti al classico detto: “Siamo caduti dalla padella nella brace” .
Comprendo benissimo le difficoltà del neo sindaco Giuseppe Falcomatà e dei suoi Assessori, nel trovarsi a governare una città con pochi spiccioli in cassa e con pochissima esperienza, ma non posso giustificare assolutamente la totale mancanza di vigilanza, quale strumento indispensabile in questa difficile fase, per evitare che la situazione ambientale peggiori ulteriormente. La prevenzione e la repressione dei reati ambientali sono indispensabili per evitare che avvengano fatti vergognosi e deplorevoli come quello della discarica abusiva aperta nell’adiacente area Sud del Tempietto, magari con il tacito assenso dell’Amministrazione comunale che, fa finta di non vedere la grande quantità di rifiuti vegetali accumulata e gli autocarri che quotidianamente fanno la spola tra l’area adibita a discarica e le zone di recupero dei rifiuti; ma si preoccupa di sollecitare la rimozione degli automezzi degli organizzatori del “Memorial Mino Reitano” parcheggiati correttamente sulla rampa del Teatro F.Cilea.
Probabilmente il sindaco Giuseppe Falcomatà è convinto che si possa promuovere meglio la città stoccando palme morte al Tempietto, anziché sostenere con orgoglio e tolleranza, manifestazioni Culturali e Musicali importanti che non inquinano, ma servono a dare un po’di prestigio alla Città che ne ha tanto bisogno.