TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

sabato 19 settembre 2015

Dimissioni del sindaco Giuseppe Falcomatà per “manifesta incapacità politica”

La società civile, le associazioni e gli schieramenti politici di centrodestra uniti per chiedere le dimissioni del Sindaco PD 
Comuni cittadini, associazioni e gruppi politici di centrodestra, ma anche di centrosinistra pentiti di averlo votato chiedono le dimissioni del Sindaco di Reggio Calabria.
Sembra siano in tanti: semplici cittadini appartenenti alla società civile, associazioni e gruppi politici di centrodestra. Tutti insieme uniti dal comune interesse per il bene della città si stanno mobilitando per organizzare una manifestazione pubblica volta a chiedere le dimissioni del neo sindaco Giuseppe Falcomatà, eletto nelle ultime elezioni amministrative dell’ottobre 2014.
La manifestazione pubblica di sfiducia nei confronti del giovane Sindaco reggino e della sua Giunta è stata denominata “la spallata”, in contrapposizione sarcastica allo slogan “la svolta”, coniato dal centrosinistra in occasione della campagna elettorale e tutt’ora usato spesso dal sindaco Giuseppe Falcomatà e dai suoi fedelissimi in molte occasioni.
La manifestazione si svolgerà il 10 ottobre
Il raduno dei manifestanti avrà luogo il 10 ottobre p.v. alle ore 17,00 nelle vicinanze di palazzo San Giorgio (sede del Comune) perché la prospiciente Piazza Italia non è agibile a causa dei lavori di manutenzione, oggetto anche questi di contestazione da parte dei reggini che li hanno ritenuti inopportuni.
La maggior parte dei cittadini sono delusi e arrabbiati per come stanno andando le cose in città. Sono migliaia le lamentele che quotidianamente giungono al centralino del Comune per segnalare disservizi e guasti.
Una città allo stremo
La città è sul punto di collassare a causa dell’inefficienza dell’Amministrazione comunale; mentre il neo Sindaco durante le sue conferenze stampa sostiene l’esatto contrario ma, non c’è necessità del giudice terzo per stabilire chi ha ragione, poiché lo stato in cui versa la città è sotto gli occhi di tutti. 
Le manifestazioni di disapprovazione e le critiche per la pessima gestione della cosa pubblica sono all’ordine del giorno e anche della notte. Sono piene di post e commenti negativi anche le pagine di Facebook, dalle quali è stato annunciato dai promotori il raduno pubblico per chiedere le dimissioni del sindaco Falcomatà. 
Un’iniziativa ambiziosa 
L’iniziativa è molto ambiziosa ma potrebbe darsi che dia i frutti sperati dalla maggior parte dei Reggini. Una “spallata” data anche col contributo di chi si è pentito di aver votato Falcomatà ha più energia. L’evento è singolare, non era mai successo nella città di Reggio Calabria che fossero i cittadini a chiedere in massa le dimissioni di un Sindaco. Il coinvolgimento dell’opinione pubblica insieme ai movimenti e partiti di centrodestra ha destato molto interesse nella società civile, anche perché i Reggini non sono più disposti ad assistere passivamente alle intemperanze e agli scivoloni in cui sono più volte incappati i rappresentanti del centrosinistra costituenti la maggioranza comunale.
Nei dieci mesi trascorsi dall'insediamento in Municipio del sindaco Giuseppe Falcomatà, non si sono visti segnali di miglioramento. Ogni suo intervento è stato definito sconsiderato e inopportuno, al punto tale che anche il TAR di Reggio Calabria in merito al sequestro dei gazebo gli ha dato torto, mentre la Magistratura è dovuta intervenire con diffida in merito alla nomina del nuovo Comandante della Polizia Municipale.
Tutti gli avvenimenti negativi che stanno procurando nocumento alla città hanno fatto scattare nei cittadini la molla della pazienza, al punto tale da chiedere le dimissioni del giovane Sindaco per "manifesta incapacità politica".