TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

venerdì 14 ottobre 2016

Reggio Calabria: la Destra reggina forma il Comitato per il “NO” alla Riforma Costituzionale



  







Il Governo Renzi sta svuotando di contenuto le regole democratiche in quanto con la modica della legge elettorale e della costituzione sarà concentrato nelle mani del governo un potere senza precedenti. Nessun governo del passato era riuscito a tanto.
La costituzione repubblicana, frutto della lotta di Liberazione, è il punto culminante della storia del nostro paese. Un patto di civile convivenza fra donne e uomini liberi, di diversi orientamenti, di destra e di sinistra, cattolici e  laici che hanno condiviso principi e regole. Essa è espressione delle tante culture del nostro paese, del rispetto di tutte le minoranze ed è intesa ad impedire e prevenire qualsiasi tentazione e pratica autoritaria.
Le modifiche costituzionali -combinate con la nuova legge elettorale e con le riforme della pubblica amministrazione  - realizzano una grande concentrazione di potere nelle mani del governo e del suo capo, attribuendo di fatto ad un unico partito -che potrebbe anche essere espressione di una ristretta minoranza di elettori – potere esecutivo e potere legislativo , condizionato, altresì la nomina del Presidente della Repubblica e dei componenti della Corte Costituzionale.
Va ricordato, poi, che molti partiti hanno assunto una deriva oligarchica, sono in mano a gruppi di poteri ristretti e, spesso, ad un unico capo politico.
Il Parlamento viene ricondotto alla funzione di ratifica dei provvedimenti del Governo, nel quadro di un generale soffocamento del ruolo delle autonomie regionali e locali. Se a ciò si aggiunge il potere dei capi di partito di determinare i candidati e le liste ci si accorge del passaggio da una democrazia rappresentativa  ad una democrazia dell'investitura ( il capo – e non il popolo – sceglie i parlamentari ). Non può essere definita una riforma , ma una deforma. Talmente sbagliata , da essere avversata dalle più disparate culture politiche. Tutte le opposizioni, di sinistra, di cento ( liberali ), di destra ( Forza Italia ) Federaliste ( Lega) , nonché quelle non classificabili negli schemi canonici ( Cinque Stelle ) si sono espressi contro. Una democrazia non si giudica dai poteri che attribuisce al partito di governo , ma dalla tutela del pluralismo e dalla rilevanza data ai diritti sociali e delle minoranze.
Si pensi ad un'estemporanea vittoria elettorale di partiti autoritari . E' veramente irresponsabile attribuire ai prossimi governi poteri quasi illimitati.
La peggiore delle dittature si chiama “DEMODITTATURA” , ti illudono di essere libero , ma sei sempre più schiavo della casta.
VOTARE NO! E' UN DOVERE IMPRESCINDIBILE DI OGNI CITTADINO ITALIANO LIBERO quindi contro questo scempio  informeremo i cittadini presso le nostre sedi sulle principali novità del ddl Boschi che modifica 36 articoli della Costituzione dalla fine del bicameralismo perfetto, Senato dei 100, immunità e indennità, iter leggi, stato di guerra, leggi di iniziativa popolare, referendum propositivi, Presidente della Repubblica, lo statuto delle opposizioni alla Camera, Titolo V , abolizione del CNEL e delle Provincie per finire al giudizio preventivo sulle leggi elettorali.
 I Presidenti di Alleanza Calabrese ( Vincenzo Vacalebre ) Destra Popolare ( Giuseppe Guarnaccia) e del Movimento Autonomo Popolare ( Pietro Marra ).